jQuery(document).ready(function($){$('#aside #lang_sel_list ul').addClass('fancy');});

Your browser (Internet Explorer 7 or lower) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.

X

Navigate / search

Per i visitatori

Tiruvanamalai

La città di Tiruvannamalai è situata circa 190 chilometri a sud-est di Chennai. Si trova sulla linea ferroviaria Villupuram-Katpadi della Southern Railway. È collegata alle città vicine da una serie di autolinee.

Per i viaggiatori provenienti da differenti località dell’India del Sud è disponibile un servizio taxi. L’Ashram si trova a circa tre chilometri dalla stazione ferroviaria di Tiruvannamalai. È circa alla stessa distanza dalla stazione degli autobus e due chilometri a sud del Grande Tempio.

Clima

È generalmente caldo e secco per la maggior parte dell’anno. Si consigliano abiti in cotone leggero.

Aprile e maggio sono i mesi più caldi. Non sono insolite temperature oltre i quaranta gradi centigradi.

A metà giugno, mentre il resto dell’India gode dei monsoni da sud-ovest, il Tamil Nadu risente della barriera dei monti Ghat Occidentali e riceve solo deboli precipitazioni occasionali, che portano comunque un calo della temperatura.

La vera stagione piovosa (i monsoni di nord-est) per questa area dell’India va da ottobre a novembre e, di conseguenza, il tempo è umido e la temperatura mite.

L’inverno (dicembre-gennaio) è abbastanza breve. È piacevole durante il giorno e, per la notte e il primo mattino, sono consigliati abiti in lana leggera.

Entrare nell’Ashram

Appena oltrepassato l’arco che annuncia il nome dell’Ashram, il visitatore attraversa un grande cortile aperto fiancheggiato da alberi ombrosi, uno dei quali è un albero Iluppai che ha 400 anni.

Alla sua sinistra si alzano due torri nella tradizionale architettura religiosa dravidica. Una di esse copre il tempio Matrubhuteswara, eretto sulla tomba della madre di Sri Maharshi, e l’altra copre la New Hall.

La New Hall

Quando si entra nella New Hall, gli oggetti che attraggono immediatamente l’attenzione del visitatore sono una statua a grandezza naturale di Sri Maharshi e un grande yogasana, o sedile, magnificamente intagliato da un singolo masso e levigato in modo da sembrare marmo. Questa sala fu costruita appositamente per accogliere il crescente numero di devoti per cui la Old Hall, descritta sotto, era diventata troppo piccola. Sri Maharshi usò la New Hall e il sedile solo per pochi mesi fino al suo Mahanirvana.

Apertura quotidiana 5:00-12:30/14:00-19:00.

Tempio Matrubhuteswara

La porta sulla parete occidentale della New Hall conduce direttamente al Tempio Matrubhuteswara. L’imponente edificio fu costruito sotto la personale supervisione di Vaidyanatha Stapati, famoso scultore e architetto di templi. Il Gharba Griha (sancta sanctorum) contiene un sacro Shiva Linga e un Sri Chakra Meru santificato dal tocco di Sri Maharshi. Una cerimonia speciale conosciuta come Sri Chakra Puja, è celebrata qui ogni venerdì, con la luna piena e il primo giorno dei dodici mesi solari. Sulle pareti esterne del Gharba Griha sono scolpite immagini di Dakshinamurti, Lingodbhava Murti, Vishnu e Lakshmi. Negli angoli sud-ovest e nord-ovest si trovano due tempietti dedicati rispettivamente a Lord Ganesa e Subramanya.

C’è un tempio simile dedicato a Chandikeswara sul lato nord. Le colonne che sostengono il tetto hanno immagini scolpite di diverse divinità. Un piccolo Nandi, il toro, è posto su di un alto piedistallo di fronte l’entrata del Garbha Griha.

Apertura quotidiana 5:30-12:30/15:30-20:00.

Samadhi di Sri Maharshi

Uscendo dal tempio della Madre da una porta sulla parete nord si arriva al tempio costruito sulla tomba di Sri Maharshi. Esso è fatto da un mantap (una grande piattaforma rialzata), con un vimana (una torre) che lo sovrasta. Quattro grandi colonne intagliate di granito, levigate fino a sembrare di marmo nero, sostengono questa torre. Le travi sono lavorate nello stesso modo. Un loto di marmo bianco adorna il centro del mantap e su di esso è posto un sacro Shiva Linga. Una grande sala di meditazione, con pavimento di marmo, circonda questo tempio. Apertura quotidiana 5:00-12:30/14:00-21:00

La Old Hall

Passando da una porta sul lato nord della Sala del Samadhi il visitatore entra nell’Old Hall. Questa e la Camera del Nirvana, di cui diremo dopo, sono considerate luoghi santificati in modo particolare dalla presenza del Maharshi. In questa sala migliaia di devoti ebbero il Suo darshan (visione di una persona o immagine sacra). Fu sul divano di questa sala che trascorse quasi interamente il suo tempo fino a un anno prima della morte. Fu qui che i devoti sperimentarono, anno dopo anno, la profonda pace che emanava dalla Sua presenza. Ancora oggi la Old Hall rimane uno dei posti preferiti per la meditazione dei visitatori e dei residenti.

A nord di questa sala c’è una vasta area aperta con alcuni alberi ombreggianti. Questo spazio è definito da un giardino floreale e un dispensario a ovest, un grande edificio con la cucina e la sala da pranzo a est e il sentiero che conduce allo Skandasramam sulla Collina di Arunachala a nord.. 4am-12:30pm/2-9pm.

La sala da pranzo

La sala da pranzo e la sua nuova estensione possono accogliere circa 800 persone e la cucina è abbastanza grande da preparare, in occasioni speciali come il Jayanti (il compleanno di Sri Maharshi), fino a due/tremila pasti. Il luogo dove Sri Maharshi era solito sedere per il suo pasto è indicato da una Sua grande fotografia appoggiata su una piattaforma di marmo. Attraversando la vecchia sala da pranzo e passando per una porta sul lato nord, si entra nella nuova sala da pranzo, costruita in anni recenti per dare posto al sempre crescente numero di pellegrini. A est della cucina, separata da un passaggio, c’è una dispensa per le provviste. Una stradina separa la dispensa da una camera per gli uomini, verso sud. Questa conduce poi al Veda Patasala, la scuola dove i ragazzi imparano il canto dei Veda e, di seguito, al gosala, dove sono custodite le mucche. Poi ci sono i bagni.

Gosala: La stalla dell’Ashram che fornisce i nutrienti prodotti caseari necessari all’uso interno.

.

Vedapatasala:

scuola Yajurveda dove gli studenti dei Veda studiano le loro tradizionali vocazioni.

La camera del Nirvana 

La piccola camera del Nirvana, situata a est della New Hall e a nord dell’ufficio, è la stanza in cui Sri Maharshi trascorse i suoi ultimi giorni ed è quindi un luogo considerato con speciale reverenza. È conservato com’era in quei giorni. A sud di questo sacro luogo e di fronte al tempio della Madre, c’è la costruzione eretta sul samadhi di Sri Niranjanananda Swami, il fratello più giovane del Maharshi e Sarvadhikari, o manager, dell’Ashram durante la sua vita. Un lussureggiante boschetto di palme da cocco affianca il mantap e la camera del Nirvana e si estende verso est.

Stanze per gli ospiti

Dal Mahanirvana di Sri Maharshi molte nuove stanze per gli ospiti sono state costruite dentro e fuori dell’Ashram. Altre stanze e casette sono state costruite a ovest del Pali Tirtham (vasca per la conservazione dell’acqua), che nei primi giorni costituiva parte di Palakuttu, una zona boschiva dove il Maharshi spesso passeggiava. Per preservare la quiete e l’intima esperienza di una visita allo Sri Ramanashramam, l’amministrazione decise di fermare la costruzione di nuovi alloggi per ospiti all’interno dell’Ashram. Si è preferito costruire nuove strutture all’esterno, raggiungibili agevolmente a piedi.

Dispensario: assistenza medica gratuita per residenti e abitanti del luogo.

Libreria: Sono disponibili gli scritti di Sri Ramana, e quelli su di Lui, comprese biografie, commentari e memorie in diverse lingue. Sono anche disponibili fotografie, souvenir, registrazioni audio e video, CD e  The Mountain Path, la rivista quadrimestrale pubblicata dallo Sri Ramanashramam e diffusa in tutto il mondo. Apertura quotidiana: 8am-11am/2pm-6pm.

Biblioteca Sri Ramana

La biblioteca, all’interno dell’Ashram, possiede una vasta collezione di libri su argomenti spirituali in diverse lingue. È aperta dalle 8 alle 11 la mattina e dalle 2 alle 5 il pomeriggio. I visitatori possono consultare i libri mentre per prenderli in prestito, è necessaria una iscrizione.

Skandashramam: Questo delizioso eremitaggio all’ombra degli alberi, con veduta completa del Grande Tempio, è il luogo dove Bhagavan visse dal 1916 al 1922;

Caverna Virupaksha ha la forma del sacro “Om” e contiene il samadhi del Saggio Virupaksha. Bhagavan Sri Ramana visse qui dal 1899 al 1916. Entrambi i luoghi sono considerati siti d’interesse storico e sono preservati e gestiti dallo Sri Ramanashramam a beneficio dei visitatori. Apertura quotidiana Daily: 8am-4:00pm

Ashram in Google Map